HFR: I LANCI HEDGE SCENDONO AL LIVELLO PIÙ BASSO DAL 2008 I nuovi fondi sbarcati sul mercato sono solo 80 nel secondo trimestre del 2022
06/10/2022 Redazione MondoAlternative
I lanci di nuovi hedge fund sono scesi al livello più basso dal quarto trimestre 2008, mentre l'HFRI 500 Macro Index è salito a causa della volatilità dei mercati finanziari indotta dall'inflazione globale e guidata dalle materie prime e dall'esposizione lunga al dollaro Usa, secondo l'ultimo HFR Market Microstructure Report di HFR (Hedge Fund Research)
In particolare, il numero stimato di lanci di nuovi hedge fund è sceso a soli 80 nel secondo trimestre 2022, un calo significativo rispetto ai 185 lanci stimati nel primo trimestre dell'anno. La cifra rappresenta il tasso di lancio più basso dai 56 nuovi fondi lanciati nel quarto trimestre 2008. 
Nell'arco di 12 mesi, fino al secondo trimestre 2022, HFR stima che siano stati lanciati 510 nuovi hedge fund. Il numero di liquidazioni di hedge fund è aumentato rispetto al trimestre precedente: secondo le stime, 156 fondi sono stati chiusi nel secondo trimestre dell'anno, rispetto alle 126 liquidazioni dei primi tre mesi. Nell'arco dei 12 mesi che terminano con il secondo trimestre 2022, sono stati liquidati circa 501 fondi, con un aumento minimo del numero totale di hedge fund attivi nell'arco dei 12 mesi.
HFR sottolinea che l'indice investibile HFRI 500 Macro ha registrato un'impennata del +14,3% ad agosto, con rendimenti trainati dalle posizioni lunghe sulle commodities e sul dollaro Usa, mentre la Federal Reserve continuava ad aumentare i tassi di interesse per rallentare il contesto di mercato di inflazione generazionale. "Dopo aver conseguito un forte rendimento del +9,9% nel 2021, l'HFRI 500 Fund Weighted Composite Index ha dimostrato una forte conservazione del capitale difensivo durante il volatile inizio del 2022, superando le perdite del mercato azionario di oltre 2.500 punti base nonostante abbia registrato una flessione limitata del 2,65% ad agosto", scrive la società nel suo periodico aggiornamento.
Inoltre, HFR mette in luce come le commissioni dei fondi hedge siano rimaste stabili nel secondo trimestre del 2022: il management fee medio dell'intero settore è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente, con una stima dell'1,36%, mentre l'incentive fee medio è aumentato di soli 2 punti base, raggiungendo il 16,05%. Scrive ancora HFR: "La stima della commissione di gestione media rappresenta il livello più basso da quando l'HFR ha iniziato a pubblicare queste stime nel 2008. Per i fondi lanciati nel secondo trimestre del 2012, le commissioni di gestione medie sono diminuite di 11 punti base rispetto al trimestre precedente, attestandosi all'1,32%. La media degli incentive fee per i fondi lanciati nel secondo trimestre del 2022 è stata stimata al 17,9%, con un calo di 8 punti base rispetto al trimestre precedente, pur rimanendo al di sopra della media generale del settore".
"I trend di sovraperformance macro si sono accelerati fino alla metà del terzo trimestre, estendendo la forte tendenza guidata dalle commodity, dalle posizioni lunghe in valuta statunitense e dall'esposizione corta all'azionario e al reddito fisso, con una sovraperformance difensiva a livello di settore a fronte di forti perdite nell'azionario e nel reddito fisso. I nuovi lanci sono calati bruscamente nel trimestre nonostante la forte sovraperformance, in quanto il sentimento di risk-off ha guidato l'avversione al rischio degli investitori, che hanno mantenuto l'esposizione ai fondi consolidati nell'attuale paradigma di mercato volatile, caratterizzato da un'incertezza geopolitica e macroeconomica senza precedenti", ha dichiarato Kenneth J. Heinz, Presidente di HFR, che ha poi proseguito: "Il forte sentimento di risk-off ha accelerato i guadagni delle strategie Macro non correlate fino alla metà del terzo trimestre del 2012, con il contributo delle esposizioni alle materie prime, ai fondamentali discrezionali e ai trend quantitativi. Poiché questi trend continuano a caratterizzare la performance fino alla fine dell'anno, è probabile che gli investitori istituzionali continueranno ad ampliare le allocazioni sia in fondi Macro che nell'intera industria, con l'obiettivo di preservare il capitale a livello difensivo, di mantenere un'esposizione lunga al dollaro Usa, di ridurre la duration del portafoglio e di ottenere una forte protezione dall'inflazione grazie a queste maggiori allocazioni."
© 2023 Mondo Alternative - Riproduzione riservata
CERCA NOTIZIE
Origine notizia Cerca Notizie Criteri di ricerca Tutte le parole Qualunque parola Frase esatta
REPORT
N. 225
Dicembre
2022
MONDOINVESTOR
VERSIONE ITALIANA

MondoInvestor è un mensile in abbonamento che prevede 11 numeri all’anno e racconta l’evoluzione del mercato dell'asset management per gli investitori professionali
Dossier Fondi Emerging markets
DOSSIER FONDI EMERGING MARKETS GENNAIO

Il Dossier offre una fotografia del mercato dei fondi Emerging Markets
Liquid Alternative
3rd Quarter 2022 Update

LIQUID ALTERNATIVE FUND

Il Report sintetizza l’andamento trimestrale del mercato dei fondi liquid alternative ed è scaricabile sull'area di download per tutti gli abbonati al sito.



Dossier Fondi Esg
DOSSIER FONDI Esg
Il dossier offre una fotografia del mercato dei fondi Esg

ARE YOU A
HEDGE FUND
MANAGER?


Do you want to add/ remove your hedge fund
to / from our database?

Please click here
to learn how

Le foto riprodotte in questo sito provengono in prevalenza da Internet e sono pertanto ritenute di dominio pubblico. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica info@mondoinvestor.com
copyright 2004- 2023 - MondoInvestor S.r.l. -Sede Legale ed Uffici: Via Gustavo Fara, 9 - 20124 Milano
Cap.Soc. €100.000 i.v.- Milano Reg.Imp.N° 13228870153 REA N° 1631083 - C.F. e P.I.13228870153