GOLDING BUYOUT CO-INVESTMENT 2023 PUNTA A RACCOGLIERE 350 MILIONI Il fondo precedente, a dicembre 2022, si era fermato a quota 273 milioni
29/05/2023 Redazione MondoAlternative
Dopo il successo del closing di dicembre 2022 del fondo Golding Buyout Co-Investment 2020, che ha registrato sottoscrizioni significative pari a 273 milioni di euro, Golding Capital Partners ha confermato la validità di questo approccio con il lancio del fondo di seconda generazione Golding Buyout Co-Investment 2023.
"Golding rimane fedele alla propria collaudata strategia, offrendo agli investitori un accesso efficiente a un portafoglio ampiamente diversificato su circa 30 coinvestimenti nel segmento delle piccole e medie imprese, con particolare attenzione ai settori in rapida crescita negli Stati Uniti e in Europa. La strategia d'investimento sarà ancora una volta incentrata su società di successo e sul sostegno alla loro crescita attraverso operazioni buy and build. Il fondo precedente completerà l’implementazione del proprio portafoglio nell'estate del 2023, con investimenti in 26 società", precisa Golding in una nota.
Con questo fondo articolo 8 SFDR, il team di investimento guidato da Matthias Reicherter e Daniel Boege, che lavora insieme da oltre dieci anni, offrirà nuovamente una diversificazione multidimensionale al livello di società, partner di coinvestimento, aree geografiche e settori. Il portafoglio sarà composto da circa 30 investimenti individuali in Europa e Nord America. I settori target includono in particolare tecnologia, software, sanità e servizi B2B.
Il fondo di prima generazione Golding Buyout Co-Investment 2020 ha registrato il closing finale nel quarto trimestre del 2022 e il capitale sarà completamente allocato entro l’estate, con investimenti in 26 società, principalmente nel mid market. Sebbene il contesto di mercato sia stato difficile e il programma sia ancora in una fase iniziale di sviluppo, l'attuale performance è ben al di sopra dell'obiettivo di rendimento del 16/18%. Una prima uscita di grande successo è già stata realizzata con la società di software HRworks, in cui il fondo aveva investito nell'estate 2020 insieme a Maguar Capital Partners.
Golding ha più di vent'anni di esperienza e un track record di circa 2,6 miliardi di euro di asset in gestione nel settore buyout. Solo nel segmento dei coinvestimenti, dal 2015 la società ha effettuato circa 30 investimenti per un volume totale di transazioni di oltre 250 milioni di euro. Il fondo Golding Buyout Co-Investment 2023 è classificato articolo 8 SFDR e prevede un impegno minimo di 10 milioni di euro. Il fondo ha una durata prevista di dieci anni con un'estensione opzionale. L'obiettivo è un IRR netto del 16/18% annuo.
"L'offerta di soluzioni di coinvestimento è un elemento centrale della nostra strategia di crescita. Il nostro fondo Buyout Co-Investment 2023 riprende i precedenti programmi di successo ed è il quinto fondo di coinvestimento che Golding porta sul mercato. La nostra strategia di coinvestimento nel settore del buyout ha registrato molto successo dal 2015 e ora stiamo iniziando a costruire il nostro secondo fondo di coinvestimento dedicato. Grazie al solido track record, a un flusso di operazioni costante, a una rigorosa due diligence e a strutture di costo altamente competitive, il nuovo fondo è particolarmente interessante per gli investitori più esperti", ha spiegato Matthias Reicherter, Managing Partner e Chief Investment Officer di Golding.
Daniel Boege, Partner e Head of Buyout di Golding, ha invece affermato: "Il forte sviluppo operativo delle società in portafoglio e la performance molto positiva del fondo precedente testimoniano la qualità del nostro processo di selezione. Grazie al nostro network, attualmente vediamo molte opportunità di coinvestimento interessanti, anche per la complessità della raccolta sui fondi di buyout. Per noi, la sfida principale è rispettare i nostri standard in termini di qualità degli investimenti".
© 2024 Mondo Alternative - Riproduzione riservata
CERCA NOTIZIE
Origine notizia Cerca Notizie Criteri di ricerca Tutte le parole Qualunque parola Frase esatta
REPORT
N. 242
Giugno
2024
MONDOINVESTOR
VERSIONE ITALIANA
MondoInvestor è un mensile in abbonamento che prevede 11 numeri all’anno e racconta l’evoluzione del mercato dell'asset management per gli investitori professionali
Dossier Fondi Private Market
DOSSIER  FONDI PRIVATE MARKET
Il Dossier offre una fotografia del mercato dei Fondi Private Market
Liquid Alternative
1st Quarter 2024 Update

LIQUID ALTERNATIVE FUND
Il Report sintetizza l’andamento trimestrale del mercato dei fondi liquid alternative ed è scaricabile sull'area di download per tutti gli abbonati al sito.



Dossier Fondi Equity

DOSSIER
FONDI EQUITY
Il dossier offre una fotografia del mercato dei Fondi Equity

ARE YOU A
HEDGE FUND
MANAGER?


Do you want to add/ remove your hedge fund
to / from our database?

Please click here
to learn how

Le foto riprodotte in questo sito provengono in prevalenza da Internet e sono pertanto ritenute di dominio pubblico. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica info@mondoinvestor.com
copyright 2004- 2023 - MondoInvestor S.r.l. -Sede Legale ed Uffici: Via Gustavo Fara, 9 - 20124 Milano
Cap.Soc. €100.000 i.v.- Milano Reg.Imp.N° 13228870153 REA N° 1631083 - C.F. e P.I.13228870153