Skip Navigation Links
Database
Notizie
Formazione
Multimedia
Nazionalità: Vai a:
Ordina per:  Ricerca in Titolo o Autore:  
54 libri in elenco
Investire in hedge funds
Autore: Alberto Burchi
Prezzo: 30 euro
Dati: 239 p.
Anno: 2011
Editore: Bancaria Editrice

Commento:
L’industria degli hedge fund sta vivendo una fase di forte evoluzione e rappresenta il settore a più veloce crescita nell’ambito dell’asset management, sia in termini di numero di fondi, sia di entità dei capitali gestiti. “Investire in hegde funds” offre un’analisi approfondita dello strumento hedge fund per aiutare a conoscere meglio questo settore e le potenzialità in esso contenute. Lo studio è incentrato su due aspetti: le caratteristiche dello strumento dal punto di vista giuridico e operativo che includono l’organizzazione, gli attori del processo di raccolta e di allocazione, le tecniche di investimento e le strategie di gestione; le caratteristiche delle performance, la misurazione del rendimento e del rischio e le tecniche di asset allocation. L’analisi evidenzia per tali strumenti rendimenti elevati rispetto agli indici di rischiosità, presenza di performance superiori al mercato, bassa correlazione con gli indici di mercato, varietà di distribuzioni dei rendimenti.  Caratteristiche che comportano la possibilità di un beneficio di diversificazione nell’inserimento di un veicolo opportunamente selezionato in portafogli finanziari, ma che implicano anche numerose insidie, soprattutto per gli investitori non sofisticati, rendendo perciò necessari strumenti di valutazione avanzati e più approfonditi.


La nuova fiscalità degli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari
Autore: Giuseppe Andrea Giannantonio, Michele Aprile, con la collaborazione di MondoHedge
Prezzo: 20 euro
Dati: 190 p.
Anno: 2011
Editore: Edizioni Fag Milano

Commento:
Il D.l. n. 225/2010 comporta una profonda riforma della tassazione degli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari. Attesa da oltre 5 anni, la riforma è il primo fondamentale tassello di riformulazione delle regole di tassazione del settore che si dovrebbe completare a breve con l’approvazione delle norme che introducono in Italia la direttiva Ucits IV. Il nuovo regime di tassazione degli Oicr entra in vigore il 1 luglio 2011. In questo quadro il volume “La nuova fiscalità degli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari” fornisce un’importante ricostruzione del quadro normativo di riferimento ad oggi esistente evidenziando i dubbi interpretativi più delicati e le soluzioni tecniche più idonee per dirimerli.
In modo particolare, nei quattro capitoli di cui è composto il libro descrive i pilastri della riforma e in particolare: i) il regime impositivo degli Oicr italiani; ii) il regime fiscale dei partecipanti; iii) il regime transitorio; iv) il regime fiscale delle Oicvm esteri.
Quanto al primo aspetto, per i fondi italiani e “lussemburghesi storici” viene analizzato il nuovo regime di tassazione per cassa la cui introduzione ha eliminato gran parte delle distorsioni di natura fiscale che si verificavano rispetto ai fondi armonizzati con sede in un altro Stato membro dell'Unione Europea. Nel secondo capitolo viene dato ampio spazio sia alla ricerca di una definizione univoca del provento soggetto a ritenuta sia al ruolo della Sgr nell’applicazione della ritenuta ovvero nell’acquisizione di quei documenti che possano giustificare l’applicazione del regime di esenzione previsto per i proventi percepiti da particolari categorie di investitori esteri. Infatti, nel nuovo regime, non esistono più fondi esenti o tassati ab origine ma, con riferimento a ciascun investitore, la Sgr dovrà verificare, sotto la propria responsabilità, la sussistenza o meno delle condizioni richieste per l’applicazione del regime di esenzione. La sezione dedicata al regime transitorio vede le Sgr atteggiarsi come vere protagoniste, allo stesso tempo “arbitri” e “stanze di compensazione” per la monetizzazione da parte dei fondi dei tax asset riferibili alle perdite di gestione realizzate prima dell’entrata in vigore del nuovo regime. L’ultimo capitolo, infine, illustra le nuove norme di tassazione per gli Oicvm esteri che non subiscono importanti riformulazioni se non per l’assimilazione, ai fini fiscali, del regime fiscale applicabile ai proventi derivanti dalla partecipazione a fondi non armonizzati ma vigilati e istituiti in un paese Ue a quelli derivanti dalla partecipazione a fondi armonizzati.


La consulenza finanziaria. Regolamentazione, modelli di servizio e pianificazione finanziaria
Autore: Antonio Di Mascio
Prezzo: 30,69
Dati: 248 p.
Anno: 2011
Editore: Egea

Commento:
La consulenza finanziaria ha assunto la dignità di vero servizio di investimento dopo l’introduzione della normativa Mifid. Il mercato italiano ha recepito le innovazioni sul piano formale e normativo ed ora sembra adeguarsi al nuovo contesto: gli intermediari finanziari (banche, Sgr, compagnie assicurative, Sim) sono in fase di elaborazione delle nuove strategie commerciali ed organizzative per far fronte a quella concorrenza che arriva in modo sempre più organizzato da figure professionali nuove, o meglio apparentemente nuove. I consulenti finanziari indipendenti, ossia soggetti che operano professionalmente al di fuori dei grandi gruppi finanziari, hanno di fatto anticipato il pieno recepimento della nuova normativa da parte del nostro Paese ed hanno dato vita ad una pressione competitiva elevata, ancorchè sporadica, verso le banche sulla clientela private ed affluent. Il mercato italiano sembra quindi riorganizzarsi sulle scelte degli operatori indipendenti, secondo la polarizzazione family office e consulenti indipendenti individuali, e sulle scelte delle banche, in base alla segmentazione private e personal.  Il quadro che sembra emergere appare chiaro lungo le nuove direttrici normative: molti operatori bancari e promotori sceglieranno di entrare da protagonisti nell’arena competitiva della gestione del risparmio, evolvendo verso la nuova figura di consulenti indipendenti fee only.
Il libro si compone di quattro capitoli. Nel primo viene analizzato il contesto normativo che rappresenta necessariamente il perimetro giuridico entro il quale i consulenti indipendenti dovranno operare; nel secondo capitolo l’attenzione è posta, dopo un’analisi del quadro generale di riferimento, sui modelli organizzativi e di servizio adottabili all’interno e all’esterno delle banche per erogare un servizio di consulenza sugli investimenti remunerato in modo esplicito. Il terzo capitolo presenta, per completezza informativa, una breve analisi delle esperienze internazionali e di come nei mercati esteri la consulenza indipendente si sia sviluppata nel tempo. Il quarto capitolo, infine, presenta un approccio finanziario della consulenza e quindi si sofferma in modo dettagliato sui modelli di asset allocation che potrebbero essere utilizzati in modo innovativo dai consulenti.
Il libro “La consulenza finanziaria”, sebbene possa sembrare indirizzato agli operatori di settore, rappresenta una guida utile per i risparmiatori fornendo loro un quadro chiaro di ciò che devono attendersi dal loro consulente indipendente.


Il family office. Investire e difendere i propri risparmi
Autore: Tosetti Value Sim
Prezzo: 16 euro
Dati: 112 p.
Anno: 2011
Editore: Il Sole 24 Ore (collana Finanza e Mercati)

Commento:
Gli eventi occorsi nei mercati finanziari negli ultimi 10 anni hanno delineato in modo sempre più puntuale l’esigenza assoluta di ogni risparmiatore di documentarsi con l’obiettivo di interpretare in modo corretto gli input operativi dei responsabili bancari e assicurativi. A quest’esigenza si deve aggiungere la duplice necessità di ogni investitore di costituire non solo un patrimonio ma valorizzare e consolidare la ricchezza finanziaria già acquisita.
L’intento del libro “Il family office” è mostrare al lettore le più importanti relazioni che intercorrono tra economia reale, strumenti e attori finanziari e l’investitore stesso. Tale guida al risparmio, inoltre, vuole informare e far chiarezza sulle caratteristiche dei principali attori finanziari che spesso vengono confusi l’uno con l’altro senza capirne il ruolo primario nel “sistema finanza”.
 “Il family office”, con un linguaggio semplice e chiaro fornisce al risparmiatore gli elementi utili per valutare quanto gli viene proposto e scegliere gli strumenti finanziari che meglio rispondono alle sue esigenze per salvaguardare e far crescere il patrimonio nel tempo. Spesso, infatti, ci si innamora di un singolo titolo o di uno specifico strumento, prescindendo da una valutazione globale della propria situazione finanziaria. Un approccio efficiente, invece, suggerisce di elaborare un progetto di investimento funzionale alle fasi del ciclo di vita, assegnando un grado di priorità a esigenze e obiettivi da perseguire.


La guida del Sole 24 Ore agli investimenti finanziari. Gli strumenti, i prodotti, i processi, i servizi. Caratteristiche e criteri di valutazione
Autore: Izzo Claudio
Prezzo: 59 euro
Dati: 520 p.
Anno: 2011
Editore: Il Sole 24 Ore

Commento:
Definire una politica d'investimento è il tema centrale di una corretta pianificazione degli investimenti finanziari. Il libro è una guida aggiornata su tutta la materia che riguarda la "finanza dei mercati", vale a dire dei prodotti finanziari e dei processi d'investimento: un vero e proprio vademecum da cui ricavare informazioni e tecniche, teoria e pratica, sintesi e analisi di un mondo, quello degli investimenti, che richiede attenzione e professionalità in continua evoluzione.
“La guida del Sole 24 Ore agli investimenti finanziari” è uno strumento di lavoro che affronta, in modo pratico, gli aspetti operativi, normativi e gestionali riguardanti gli investimenti mobiliari. Avvalendosi di oltre 100 esempi pratici, quest’opera affronta tutti i grandi temi legati agli investimenti che comprendono la finanza dei mercati, le obbligazioni, le azioni e gli strumenti derivati.
Con l’obiettivo di accompagnare il lettore nell’intricato mondo dei mercati finanziari, la nuova edizione propone i temi già visti in quella precedente aggiornando le esemplificazioni e allargando lo sguardo verso i nuovi prodotti, come gli Etf, le Etc e i certificati, e i nuovi servizi, come la consulenza finanziaria. Anche in questa pubblicazione sono stati messi a disposizione del lettore i file, in formato Excel, contenenti le formule e le funzioni in chiaro, utilizzati per la costruzione delle tabelle presentate e che riguardano le obbligazioni, i future, gli swap, gli Oicr e le tecniche di gestione del portafoglio.“La guida del Sole 24 Ore agli investimenti finanziari” si rivolge a una pluralità eterogenea di lettori risultando uno strumento di assoluto valore sia per gli operatori del settore finanziario (direttori investimenti, gestori e loro diretti collaboratori) che per gli investitori, i promotori finanziari e gli studenti.

I fondi Newcits
Autore: Tommaso Derossi, Michele Meoli, Silvio Vismara (a cura di Filippo Stefanini)
Prezzo: 16 €
Dati: 101
Anno: 2010
Editore: Il Sole 24 Ore - Finanza e Mercati

Commento:
L’industria degli hedge fund è in una fase di profonda trasformazione, principalmente dovuta alle criticità registrate nel corso della crisi finanziaria del 2008. Le performance negative conseguite dagli alternativi e la loro mancata decorrelazione all’atto del crollo dei mercati sono all’origine della sfiducia degli investitori verso questa tipologia di prodotti finanziari.
“I fondi Newcits”, traendo spunto dall’analisi delle cause che hanno determinato, nella comunità finanziaria, la percezione negativa dei fondi hedge, analizza vincoli e opportunità offerte dai prodotti Ucits III, quali nuovi mezzi per affrontare e superare la sfiducia degli investitori. I Newcits, neologismo per identificare i prodotti hedge che si attengono alle prescrizioni della normativa Ucits, rappresentano un’opportunità interesante per accedere in un modo più sicuro alle competenze  nel campo del rendimento assoluto detenute dai manager alternativi.
La normativa Ucits III incrementa la tutela degli investitori e apre alla clientela retail un mondo che sino a oggi è stato riservato in maniera esclusiva agli High net worth individual e alla clientela istituzionale. Tale direttiva inoltre offre una strada alterantiva a quelle società di asset management specializzate nella gestione di hedge fund che desiderano ampliare il loro modello di business.  In che cosa consiste questa alternativa, quali possibilità lascia aperte e quali, invece, chiude ai gestori di hedge fund, e come si sta sviluppando, è l’oggetto di questo libro che costituisce un’utile guida per conoscere le peculiarità dei fondi Ucits compliant.
Gli investitori vogliono oggi fondi di investimento semplici, trasparenti e liquidi. In questo contesto, la normativa Ucits III apre la strada alla convergenza degli hedge fund verso il risparmio gestito tradizionale e offre un quadro normativo certo e regole del gioco a tutela dei risparmiatori, anche piccoli.

The Long and Short Of Hedge Funds: A Complete Guide to Hedge Fund Evaluation and Investing
Autore: Daniel A. Strachman
Prezzo: £57.50
Dati: 226 p.
Anno: 2008
Editore: Wiley

Commento:
Si tratta di una guida innovative che passa in rassegna dalla A alla Z l’intero mondo dei fondi hedge, partendo proprio dalla storia passata presente e futura dei prodotti alternativi. Daniel A. Strachman, l’autore di The Long and Short of Hedge Funds, presenta ai lettori i veicoli d’investimento, i gestori che li amministrano e anche chi offre i servizi di service provider. Il volume include un dvd che offre la rara occasione di accedere ai manager di fondi hedge e ai partecipanti dell’industria attraverso interviste interattive. Il supporto visivo contiene i commenti degli attori dell’industria che spiegano anche come gestiscono i soldi, costruiscono i business e operano nel mercato globale. Il libro fornisce allo spettatore/lettore una formazione completa sui fondi alternativi.

Gli investimenti immobiliari nei fondi pensione e nelle casse di previdenza
Autore: Claudio Cacciamani
Prezzo: €25,00
Dati: 252 p.
Anno: 2008
Editore: Egea

Commento:
I fondi pensione e le casse di previdenza private, che sono nati in risposta alla crisi dei sistemi pensionistici pubblici, sono al centro di un mutamento normativo. Di recente sono state apportate modifiche significative anche alla gestione finanziaria delle risorse e ulteriori aspettative di cambiamento sono presenti nel decreto 703 sui limiti di investimento. Il decreto potrebbe formalizzare l'apertura delle forme pensionistiche verso nuove strategie e nuove tipologie di investimento. Le casse di previdenza sono libere di investire in una vasta ed eterogenea categoria di strumenti finanziari, compresi, oltre a quelli tradizionali, anche gli hedge fund, i real estate e i fondi di private equity. Il volume, che è il frutto di un lavoro congiunto di ricercatori universitari e di operatori professionali, si propone come strumento di approfondimento dell’attuale contesto, ponendosi l’obiettivo di analizzare organicamente le problematiche degli investimenti immobiliari dei fondi pensione e delle casse di previdenza, esponendo in modo critico non solo le modalità di effettuazione, ma anche i problemi e i vincoli sottostanti a esse e le soluzioni che possono essere proposte operativamente.

Il segreto bancario e fiduciario in Italia e all'estero
Autore: Contini Davide; Lenzi Roberto; Vedana Fabrizio
Prezzo: € 25.00
Dati: 232 p.
Anno: 2008
Editore: Egea

Commento:
Dall’antica Babilonia ai giorni d’oggi, il libro è incentrato sull’evoluzione del principio del segreto, inteso come diritto/dovere del banchiere di mantenere il riserbo sugli affari con la clientela e sulle notizie a essa relative. E’ il primo libro che parla del segreto bancario e di normativa antiriciclaggio a Dubai terra dei fondi sovrani. Il testo evidenzia le deroghe e fornisce al lettore una sintesi comparata del segreto bancario all’interno e all’esterno dell’Europa, entrando nel merito del problema della collaborazione internazionale e della lotta al riciclaggio. Dopo uno studio minuzioso dell’Italia, gli autori esaminano l’istituto bancario in Andorra, Austria, Cipro, Liechtenstein, Lussemburgo, Principato di Monaco, San Marino, Russia, Singapore e Svizzera analizzando l’ordinamento storico e giuridico vigente nei diversi Paesi e confrontando attori e strumenti di pianificazione patrimoniale, societaria e fiduciaria. Ne emerge un contesto internazionale in cui alcuni Paesi sono caratterizzati da un segreto bancario forte, anche se non sono paradisi fiscali, mentre altri pur garantendo sensibili vantaggi sotto il profilo tributario alle persone fisiche o a quelle giuridiche, non offrono altrettanta impenetrabilità bancaria.

L'investimento consapevole - Strategie efficaci per battere i mercati
Autore: Delia Russell Theo; Di Mascio Antonello
Prezzo: € 25,00
Dati: 314 p.
Anno: 2008
Editore: Egea

Commento:
Di fronte alla complessità e alla volatilità dei mercati, occorre "ripartire" dal risparmiatore. In una situazione come quella attuale, infatti, diventa insostituibile il ruolo della consulenza finanziaria, in grado di orientare e guidare il risparmiatore nelle scelte di investimento. Affinché questa sia davvero efficace è importante inoltre che anche l’investitore migliori la capacità di interpretare ed esprimere le sue necessità, e il grado di consapevolezza finanziaria. Gli investitori privati sono sempre rimasti al margine degli ultimi quattro rally borsistici e hanno venduto proprio in occasione delle successive correzioni che, a parte quella dell'ottobre 2002, statisticamente si sono dimostrate le migliori opportunità di acquisto. Questo accade perché l'acquisto del prodotto da parte del risparmiatore, per buono che sia, da solo non è efficace. È necessario che il prodotto sia efficiente all'interno di una strategia di portafoglio complessiva. Il libro conduce il lettore in un percorso di costruzione di una strategia consapevole di investimento, partendo proprio dal cliente. “L’investimento consapevole” inoltre dedica alcuni capitoli alle caratteristiche di rilievo dei differenti prodotti d’investimento, precisando la logica del processo d’investimento e le tecniche più adeguate per la gestione dei rischi ad esso associati. Più in particolare, nel volume viene effettuata la rassegna di un’ampia gamma di prodotti finanziari e assicurativi, compresi anche gli hedge fund, gli Etf e i certificati.

Vai a :
Le foto riprodotte in questo sito provengono in prevalenza da Internet e sono pertanto ritenute di dominio pubblico. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica info@mondoinvestor.com
copyright 2004- 2018 - MondoInvestor S.r.l. - Via Vittor Pisani, 22 - 20124 - Milano
Cap.Soc. €100.000 i.v.- Milano Reg.Imp.N° 13228870153 REA N° 1631083 - C.F. e P.I.13228870153